Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni .

Il valore di un’assicurazione

In Italia vi è una scarsa cultura circa il settore assicurativo, e vi è inoltre una scarsa reputazione questo. Chiariamo dunque alcuni essenziali aspetti di questi strumenti finanziari, le assicurazioni, e l’importante funzione sociale che ricoprono.

 

Riguardo le assicurazioni tutti, o quasi, sappiamo che in Italia il contratto assicurativo è disciplinato dal art. 1882 del codice civile, il quale ci dice che è “è il contratto col quale l’Assicuratore, verso pagamento di un premio, si obbliga a rivalere l’Assicurato, entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro, ovvero a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana”.

Ebbene, da questa prima definizione è facile evincere alcuni importanti dettagli:

  1. Le parti di questo contratto:
  • l’assicuratore, rappresentato dalla tipica figura dell’agente, che si impegna a risarcire il danno.
  • il contraente, colui sul quale gravano gli obblighi derivanti dal contratto (pagamento premi, etc.)
  • l’assicurato, il quale, in caso di sinistro, ha diritto al risarcimento entro i limiti convenuti.

Ecco, proprio a proposito delle parti, è fondamentale sottolineare che, quello tra agente e assicurato, debba essere un rapporto personale e fiduciario, in modo da permettere al professionista di stare materialmente vicino al proprio cliente e far si che possa illustrare con chiarezza e trasparenza prodotti e servizi, offrire consulenza e seguire personalmente il cliente nelle vari fasi del rapporto.

  1. Gli eventi assicurabili possono essere di due tipi:
  • Riferiti a cose, patrimonio o persone (Rami Danni)
  • Attinenti alla vita umana (Rami Vita)

Altra informazione desumibile dal codice civile, è che una parte essenziale di un contratto assicurativo è il rischio, la cui assenza è causa di nullità del contratto.

Cerchiamo dunque di capire cos’è un rischio, in ambito assicurativo, e quali sono i rischi assicurabili.

Un rischio, per definizione, è la probabilità che si verifichi un evento; ebbene quali rischi sono assicurabili? Sono assicurabili i cosiddetti rischi puri, ovvero che possano provocare eventi:

  • Futuri
  • Incerti
  • Dannosi

Ruolo sociale delle assicurazioni

Chiariti alcuni fondamentali giuridici che regolano questa tipologia di contratti, andiamo a definire un qualcosa che è invece più difficile trovare all’interno dei testi giuridici, ovvero la funzione sociale di un’assicurazione.

Per poter definire quest’aspetto, è importante anzitutto chiedersi da dove emerge il bisogno di assicurarsi.

Ebbene, la risposta a questo quesito è che l’esigenza di assicurasi nasce dal desiderio/bisogno di poter gestire l’incertezza del futuro, proteggendosi da rischi remoti e non, ma comunque pur sempre prevedibili.

E’ importante, inoltre, sottolineare che il contratto assicurativo nasce in primis per rispondere a due importanti bisogni sociali, di sicurezza e di protezione.

Bene, ma cosa intendiamo precisamente per sicurezza e protezione? 

Intendiamo la possibilità che un qualsivoglia individuo possa avere di programmare il proprio futuro con la massima serenità.

Come può avvenire ciò?

Semplice, apponendo delle solide basi prima di intraprendere o proseguire una qualunque attività in modo da prevenire qualunque avversità che possa arrecare danni alla propria attività, alla propria persona o ai propri cari.

Questo, a grandi linee, è l’importantissimo ruolo sociale che ricoprono le assicurazioni all’interno della società.

 

Se ti è piaciuto l’articolo, clicca qui per visitare il nostro blog completo. 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare

Acconsento al trattamento dei dati come da regolamento europeo GDPR ("Ricontattarla per rispondere alle sue domande ed esigenze ovvero fissare una consulenza gratuita presso la nostra agenzia")

Francesco Barbato

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.